Il Futsal Breganze è stato più forte delle difficoltà. Dopo un inizio di stagione in salita, la squadra di Zanetti ha saputo reagire e centrare la Coppa Italia e un posto nei Play-Off. La sconfitta contro il Futsal Salinis, prima in Regular Season e favorita numero uno per lo scudetto, non sposta di una virgola il bilancio finale sul cammino delle biancorosse. Quello appena trascorso è stato un anno zero che ha donato alla società una buona base su cui ripartire. In esclusiva per Lady Futsal, l’allenatore del Breganze, Luigi Zanetti.

Siete usciti ai Play-Off ma dopo un buon campionato. Come sta il Breganze?

“È stato un anno travagliato, tra infortuni e vicende personali. Le ragazze sono state bravissime a sopperire a tutto e conquistare nel rush finale l’ottavo posto e la partecipazione alla Coppa Italia. Il merito è solo loro, un gruppo fantastico che ha dato tanto e si è meritato tutto sul campo. Ora siamo sereni, abbiamo fatto il massimo che ci competeva per quelli che erano i nostri mezzi. La società farà delle valutazioni ma vogliamo continuare su questa strada”

Sara Boutimah è il vostro miglior marcatore con 24 gol. Cosa ci puoi dire di lei?

“Non solo il nostro, Sara è il miglior marcatore italiano della Regular Season. È stata una sorta di scommessa perché nelle ultime due stagioni ha militato in squadre che hanno avuto diversi problemi. Però ci abbiamo puntato con convinzione, eravamo certi che avesse talento e siamo felici che si sia affermata da noi. È solo all’inizio di una carriera stupenda. Se rimarrà anche l’anno prossimo? Ci sono buone possibilità”

Un voto alla vostra stagione?

“Do 7 per i risultati ottenuti, e 10 per l’impegno e la perseveranza della squadra. Alla società invece do 10 e lode perché ha saputo ripartire con un anno zero molto buono. Il prossimo anno proveremo ad alzare l’asticella”

Chi vede favorita per la vittoria dello scudetto?

“A mio parere lo può perdere solo il Futsal Salinis. Come alternativa dico il Montesilvano: è allenato molto bene dal mio grande amico Marzuoli, potrebbe bissare lo scudetto di un paio di anni fa”.

 

Francesco Mattogno