Il girone B della Serie A2 femminile tornerà di scena domenica 10 aprile, con in programma la ventitreesima giornata. La BRC 1996, tenuto conto il turno di riposo previsto dal calendario, dovrà però attendere altre due settimane, quando, il 24, ospiterà al PalaFonte il Cus Pisa. A fare il tifo per le sue compagne, come accaduto finora per tutto l’arco dell’annata, ci sarà Mariamichela Grassi, che non ha potuto prendere parte al campionato edizione 2021-22 per un lietissimo evento. Già, l’ex Coppa d’Oro è diventata mamma del piccolo Christian.

IL BILANCIO – Grassi, dunque, analizza la stagione sul fronte capitolino: “Le difficoltà della squadra avute all’inizio – spiega -, secondo me, sono dovute al fatto di essere una rosa nuova, creatasi quest’estate mettendo insieme due gruppi misti. Si era puntato, in più, su un certo numero di giocatrici, dove poi, per cause personale, sono venute meno”. La BRC, tuttavia, ha saputo reagire prontamente, tanto da salire sino al quinto posto a quota 31 punti. “Nella seconda metà – prosegue -, le ragazze hanno imparato a conoscersi di più e, quindi, a giocare insieme. Grazie a questo, hanno ottenuto risultati positivi e sono felice, perché i sacrifici hanno prodotto i loro frutti”.

L’OBIETTIVO – Anche Grassi, di risultati positivi, ne sta inanellando parecchi: “Sto imparando piano piano, insieme a Christian, a essere mamma”, afferma la classe ’93, che, in cuor suo, progetta di tornare in campo, presto, a praticare il suo amato futsal: “Il mio obiettivo – chiosa -, se riesco a conciliare entrambe le cose, è di riuscire a tornare come giocatrice, ovviamente già dalla prossima stagione. Anche perché, avendo 28 anni, posso ancora dare tanto e divertirmi, visto che è la mia passione più grande”. Con il piccolo Christian, di sicuro, a fare il tifo per la sua mamma.


Alessandro Cappellacci
*foto: Natarelli To Sport