Seppur la situazione della BRC Balduina sia ben definita a livello di classifica, la squadra di mister Bianchi, dopo la vittoria per 7-2 contro il Valmontone, potrebbe rivelarsi determinante per stabilire chi staccherà il pass diretto per la Serie A, dovendo affrontare due tra le prime tre del girone C: Virtus Ragusa e Vis Fondi. Insomma un onere od onore, scegliete voi, non da poco…

E di questo ne è ben conscia anche Ketrin Ambrifi, dirigente delle romana che, non solo è pronta a giurare il massimo impegno nelle prossime due giornate, ma anzi svela che le sue ragazze sono desiderose di togliersi qualche sassolino dalla scarpa dopo le sconfitte riportate, proprio contro le due prime della classe, nel girone d’andata.

Ketrin, domenica un successo roboante…

“Abbiamo disputato un primo tempo sottotono dove abbiamo risentito del gioco delle avversarie, brave perfino a ribaltare il risultato. Nella ripresa invece, dopo il discorso del mister, siamo state in grado di far nostra la partita, complice anche il fatto che il Valmontone si fosse schierato con il portiere di movimento”.

Qual è l’obiettivo per questo finale di campionato e da cosa si deve ripartire in vista del prossimo anno?

“Potevamo fare molto di più soprattutto ad inizio anno. Siamo comunque soddisfatte di come si è amalgamato il gruppo, ma dobbiamo crescere sotto il punto di vista mentale. L’obiettivo ora è quello di mantenere questa posizione e migliorare in vista della prossima stagione, mantenendo l’ossatura tecnica e di squadra”.

Ultime due gare contro Virtus Ragusa e Vis Fondi: la conquista del primo posto dipende anche e soprattutto da voi…

“La nostra situazione, a livello di classifica, è ben chiara ma siamo consapevoli di poter determinare il finale di campionato. Posso dire con certezza che cercheremo di non regalare nulla a nessuno ma, anzi, di riscattare le sconfitte del girone d’andata”.

C’è una squadra che vedi favorita in vista della vittoria finale?

“Probabilmente Coppa d’Oro e Virtus Ragusa hanno qualcosa in più; la prima è un gruppo costruito per vincere e probabilmente ha un calendario più abbordabile, mentre le giallonere sono una squadra compatta e con talento. Sarà una lotta fino all’ultima partita ma, se dovessi puntare su una, sceglierei le siciliane; le vedo leggermente favorite”.

Marco De Santis