Il progetto Brasil Sport Club procede a gonfie vele. Mentre la neonata compagine in rosa si prepara all’esordio nel campionato CSI, che avverrà lunedì 17 maggio, la presidentessa Maria Pereira si accinge a creare la sua scuola calcio a 5 femminile. “I prossimi saranno giorni davvero importanti per la nostra società”, esordisce la numero uno del club gialloverde.

GIOVANILI – Uno dei punti cardine del programma del Brasil Sport Club, infatti, è lo sviluppo di un settore agonistico che partirà proprio dalla formazione delle future campionesse. “Le più giovani rappresentano il domani della nostra amata disciplina e, perciò, dell’intero movimento in rosa – afferma il massimo dirigente -. Dopo diversi colloqui proficui, siamo vicini a chiudere un accordo con la Polisportiva Ostiense, in zona Marconi, per istituire una scuola calcio a 5”.

PRIMA SQUADRA – Le “grandi” del Brasil Sport Club, invece, saranno impegnate, nei prossimi due mesi, nelle competizioni promosse dal Centro Sportivo Italiano. “Disponiamo di una rosa composta da ben diciotto calciatrici – svela Pereira -. Alcune di loro sono debuttanti e, quindi, avranno modo di accumulare preziosa esperienza nel futsal”. Parola al campo, dunque. “Le imminenti partite saranno un bel banco di prova – conclude -. Le atlete non vedono l’ora di scendere in campo”.

PORTIERI – Le giocatrici, inoltre, saranno seguite da uno staff di livello. “Possiamo contare su collaboratori tecnici di assoluta qualità, a partire dalla prestigiosa Arnacos – sottolinea -. È un onore essere seguiti da una scuola portieri di così alto spessore”. Il sodalizio promette già bene. “Arnaldo Costanzi, il responsabile dell’organizzazione dedicata agli estremi difensori, è rimasto felicissimo nell’affiliarsi a noi – chiosa -. Grazie a lui, le nostre ragazze sono in buone mani”. Decisamente.

Alessandro Cappellacci