Non è stato facile all’andata e si rivela altrettanto complicata al ritorno, ma questa volta il Pescara la spunta di misura in casa della Rovigo Orange e mantiene la seconda piazza, scavalcando il Bitonto: doppietta nel primo tempo per Boutimah, solo parzialmente colmata dalla rete di Iturriaga. Le due formazioni si incontreranno di nuovo mercoledì 25 gennaio alle 16 al PalaRigopiano: in palio c’è l’accesso alla Final Four di fine aprile.

LA CRONACA – Anche se Boutimah la stappa subito, il Rovigo Orange non si butta giù e si riorganizza in fretta tanto che bisognerà attendere gli ultimi secondi prima dell’intervallo per il raddoppio biancazzurro propiziato da Belli che pesca in sola in area ancora Boutimah. Partita aperta nella ripresa, ma è dopo il gol di Iturriaga – al 13′, col portiere di movimento – che si infiamma davvero, soprattutto da parte delle Orange che provano in tutti i modi a raggiungere il pareggio. Provvidenziali le risposte di Sestari su Gasparini, Pereira e Tonon nei successivi 7′ di fuoco che le biancazzurre provano a loro volta a interrompere col power-play. Poi il fischio finale che certifica la vittoria a domicilio e rinnova l’appuntamento con le venete in Abruzzo. Altra sfida, altro obiettivo: la partecipazione alla Coppa Italia.

ROVIGO ORANGE-PESCARA 1-2 FEMMINILE (0-2 p.t.)
ROVIGO ORANGE: Grandi, Iturriaga, Pereira, Buzignani, Lorrai, Costa, Gasparini, Gresele, Tonon, Dayane, Nagy, Gava. All. Cossìo
PESCARA FEMMINILE: Sestari, Soldevilla, Belli, Jessika, Boutimah, Elpidio, Borges, Ortega, Verzulli, Guidotti, Crocco, Ricottini. All. Morgado
MARCATRICI: 3’02” p.t. Boutimah (P), 19’47” Boutimah (P), 13’42” s.t. Iturriaga (R)
ARBITRI: Chiara Perona (Biella), Nicola Lacrimini (Città di Castello) CRONO: Carmine Genoni (Busto Arsizio)


Ufficio Stampa Pescara