Non ha atteso la mezzanotte, non si è nascosto sotto gli altri, non ha portato con sé una confezione dorata, eppure è il miglior regalo di natale che si potesse desiderare, quello che il Bitonto C5 Femminile ha fatto a sé stesso e a tutta la sua tifoseria.

LA SFIDA – Mentre sul litorale abruzzese sferzava il vento dicembrino prenatalizio, sul parquet del PalaRoma di Montesilvano le leonesse tiravano fuori dal cilindro, forse, la loro più bella prestazione in serie A e mandavano al tappeto l’ex capolista TikiTaka, prendendosi con pieno merito il primo posto in classifica con un fantastico sette a due. Sette reti, figlie delle doppiette di Luciléia, Renatiniha e Mansueto e della rete di Diana Santos. Una gara pazzesca e dominata dal punto di vista tecnico e tattico, che ha fatto vibrare per quaranta minuti i cento tifosi circa giunti da Bitonto in Abruzzo per godersi uno spettacolo sportivo di primissimo livello. Per il Bitonto ora è tempo di ricaricare le batterie e di prepararsi a una seconda parte di stagione, fa recitare come protagonista assoluto.

LA PARTITA – Mister Gianluca Marzuoli conferma il proprio credo tattico schierando l’ormai cinque collaudato composto da Castagnaro, Diana Santos, Cenedese, Renatinha e Lucileia. L’avvio di gara è tutto del Bitonto che al 4’ si porta in vantaggio con Renatinha che dal centro dell’area si gira, vince un rimbalzo e poi lascia partire un sinistro che non lascia scampo al portiere per il vantaggio del Bitonto. Il TikiTaka non accusa il colpo e pochi secondi più tardi perviene al pari con la solita Deborah Vanin. Il gol subito fa mettere in ordine le idee al Bitonto che al settimo si porta nuovamente in vantaggio con Nicoletta Mansueto, che chiude alla perfezione una diagonale sul secondo palo per il nuovo vantaggio Bitonto. Bitonto che una manciata di secondi più tardi sfrutta la classe infinita della sua stella Luciléia per battere per la terza volta Duda e fare 1-3 per il Bitonto. Il TikiTaka accusa il colpo, il Bitonto fiuta l’odore della preda e al nono direttamente da calcio d’angolo, Diana Santos si inventa una traiettoria fantascientifica che termina in rete per il quarto goal del Bitonto. Le leonesse sono un uragano inarrestabile e al 13’ ancora con Mansueto portano a sei le proprie marcature di giornata, sfruttando un batti e ribatti in area per fare 1-5. Prima dell’intervallo però, il Tiki Taka tenta la flebile reazione con il goal di Bettioli che vale il 2-5 al suono della sirena. Nella ripresa mister Gianluca Marzuoli non cambia e ripropone lo stesso cinque della prima frazione di gioco. L’andazzo della gara ripercorre il canovaccio del primo tempo e dopo sei minuti il direttore di gara decreta un calcio di rigore per il Bitonto. Sul dischetto si presenta Luciléiia che spiazza Duda e fa 2-6 per il Bitonto e doppietta personale. Il TikiTaka non riesce a fermare l’uragano Bitonto e si gioca la carta del quinto uomo di movimento. La retroguardia neroverde tiene alla grande concedendo poco o nulla, e alla prima distrazione nel giro palla veloce, Renatinha è più lesta di tutti a farsi preda del pallone e a depositarlo in rete a porta sguarnita per il 2-7 del Bitonto. Nel finale, serve solo per le statistiche, la rete di Xhaxho, in quanto al fischio finale è 3-7 per il Bitonto che sale a quota trentuno punti, stacca di tre lunghezze proprio le abruzzesi e si gode il primato in classifica in solitario.


Danilo Cappiello
Ufficio Stampa Bitonto