Si è svolto nei saloni dell’Hotel Majesty di Bari la cerimonia di premiazione delle benemerenze Coni Puglia per il 2021. Nell’occasione, il Comitato Olimpico ha anche assegnato alcuni “premi speciali” a persone e istituzioni che condividono i valori dello sport, dal rispetto delle regole alla disponibilità non ultimo l’impegno sociale dell’intero progetto sportivo.

LA CERMONIA – Uno dei premi speciali è stato assegnato all’USD Bitonto C5 per il suo impegno nel perseguire sia risultati sportivi di eccellenza, vincendo la Coppa Italia di Categoria e conquistando la promozione in Serie A dominando il proprio girone, sia sociali con una serie di iniziative volte a promuovere la pratica del futsal presso i giovani e in particolare le ragazze, promuovendo la partecipazione delle famiglie alla visione dal vivo delle partite e fondando costantemente la propria attività di comunicazione sulla identificazione tra la squadra e la città. Una iniziativa costante che ha conquistato sia la città che con interesse crescete segue le vicende della società neroverde sia gli organismi sportivi che più volte hanno manifestato ammirazione per il progetto “Futsal Femminile”. Alla cerimonia erano presenti i presidenti di tutte le principali federazioni sportive regionali, atleti e coach di fama internazionale e diverse autorità politiche.

MANGINI – Per la città di Bitonto era presente il Vice Sindaco Rocco Mangini che ha rilasciato un commento. “Sono lieto di essere qui a celebrare non solo un successo sportivo, ma soprattutto una bella storia di passione, impegno ed entusiasmo che il presidente Intini è riuscito a trasmettere alla città tutta. È sempre motivo di orgoglio ascoltare il nome della città di Bitonto associato alle parole eccellenza e successo. Il merito è delle giocatrici, dello staff tecnico e della dirigenza, ma è anche della città/comunità che ha dato la spinta giusta affinché certe cose succedessero”.

INTINI – Il premio per il Bitonto C5 è stato ritirato dal presidente Silvano Intini e dal direttore generale Dalila Cariello. “È un ulteriore attestazione del grande lavoro che stiamo facendo, ha sottolineato Intini, un lavoro che seppur in poco tempo sta raggiungendo grandi obiettivi. Noi siamo sempre orgogliosi di portare in giro per l’Italia il nome e i colori della nostra città e non mi stancherò mai di ripetere che questa squadra non è mia, questa squadra è nostra, di Bitonto e dei bitontini. Questo premio, sinceramente inaspettato, va condiviso con tutti coloro che ci hanno permesso di sviluppare il progetto e ringrazio l’Amministrazione Comunale, presente alla premiazione con il vicesindaco, perché è anche grazie a essa e alla idea di realizzare la tensostruttura dell’area della piscina comunale se noi abbiamo potuto lanciare il nostro progetto e conquistare la serie A; e non posso non citare l’accordo tra i sindaci Abbaticchio e De Palma, grazie al quale possiamo disputare le gare casalinghe al Pala Pansini di Giovinazzo. L’auspicio mio, ma penso di tutti i bitontini, è adesso trovare quella unione di intenti che porti a realizzare nella nostra città una struttura in grado di ospitare gare professionistiche al coperto. Gli 800 di Giovinazzo a Bitonto diventerebbero il doppio. Io sono un sognatore e così come ho sognato una squadra protagonista in serie A sogno di potere un giorno, conquistare qualcosa di importante davanti alla nostra gente. Infine un ringraziamento al Coni: ringrazio i dirigenti del Coni Puglia, a partire dal presidente Gilberto, per aver voluto onorare di questo premio la nostra società, un riconoscimento che ci sprona a fare ancora meglio e di più per realizzare compiutamente il nostro progetto. Stiamo progettando molte iniziative, anche con l’amministrazione comunale, perché la città si identifichi sempre di più con la squadra e la squadra trovi nella città lo sprone per scendere in campo sempre con la voglia di vincere”.

Ufficio Stampa Bitonto