Il Bitonto fa copia e incolla dell’approccio gara già avuto nei quarti con la Vis Fondi e indirizza sul suo terreno anche la semi di Coppa Italia contro il Padova, sconfitto con un eloquente 6-2 a Porto San Giorgio: “La mia unica paura era che potevamo esaurire ne energie – dice il tecnico delle neroverdi – invece la squadra ha risposto benissimo: ritmo, pressione, subito due gol e gestione del risultato. È stata una partita sulla falsariga della sfida con la Vis Fondi, ho avuto l’opportunità di ruotare tutte le giocatrici. La finale? Partita importante, si affrontano due formazioni che hanno vinto i rispettivi gironi. Conosco molte ragazze dell’Audace Verona, come De Brito e Puttow. Dovremo stare molto attente”.

Redazione