Si accendono le luci di questo 2022 sportivo e si riaccendono le luci sul palco della categoria regina che vedrà di fronte nel primo match del nuovo anno, il Real Statte e il Bitonto C5 Femminile, altro derby pugliese della Serie A 2021-22.

Reduci dalla sconfitta per tre a uno contro il Città di Falconara nell’ ultima gara del 2021, le tarantine cercheranno di cominciare il nuovo anno nel migliore dei modi, per allontanarsi definitivamente dalle zone calde della classifica. All’ottavo posto, con otto punti conquistati e con un bilancio di differenza reti praticamente perfetto a fronte delle trenta reti segnate e trenta subite, le tarantine rappresentano il primo scoglio da affrontare per le leonesse neroverdi, nella penultima gara del girone d’andata. Una gara, questa, da prendere con tutte le considerazioni del caso, in quanto si torna dopo lo stop natalizio e la storia ci insegna che le insidie sono dietro l’angolo. Il pericolo numero uno da contenere per le neroverdi sarà l’asso della squadra tarantina Renata Adamatti, capocannoniere con ben sedici goal in stagione.

Cercherà di riprendere invece il meraviglioso filo conduttore che aveva interrotto solo per le festività natalizie dopo la splendida vittoria casalinga per quattro a uno contro il Granzette, il Bitonto, che si presenterà in quel di Statte, non senza qualche novità: la prima è il rientro dall’infortunio al braccio della pugliese puro sangue Diletta Macchiarella, la seconda è il ritorno a casa della promessa barese Marfil Errico, la terza invece è l’arrivo nella città dell’olio dell’italo brasiliana Shaiane De Camargo. Alla voce uscite, invece, non ci sarà più Nancy Loth che si è accasata 30 km più a nord, a Bisceglie. Tre nuove frecce, dunque nell’arco di mister Marcio Santos per continuare a restare nella scia del treno delle prime e continuare ad aggiornare positivamente le statistiche, che vedono il Bitonto al quarto posto a quota diciannove punti, con trentasette reti segnate e venti subite.

Marcio Santos, che ha da qualche giorno compiuto 50 anni, mette in guardia le sue ragazze: “È uno scoglio complicato lo Statte. Veniamo da molti giorni di vacanze natalizie e loro, rispetto a noi, hanno avuto più giorni per lavorare insieme e preparare fisicamente la partita. Però, ho visto le ragazze al rientro toniche e con molta voglia di impegnarsi a fondo. Come sempre noi scenderemo in campo per fare la nostra partita e fare di tutto per portare a casa l’intera posta in palio, dando battaglia dal primo al quarantesimo minuto”. A proposito dei due nuovi arrivi: “Sono molto contento di Shai e Marfil. La prima porta esperienza e soprattutto parla la stessa lingua tecnica delle ragazze brasiliane, Marfil l’ho conosciuta da pochissimo ed è molto giovane. Secondo me ha le capacità per diventare un pivot di alto livello. Dipenderà da lei imparare in fretta e fare tesoro dei consigli delle sue compagne più esperte. Sicuramente ho una rosa più lunga e una rotazione più profonda per gestire il minutaggio delle mie atlete”.

Gabi Tardelli conosce da anni lo Statte: “È una squadra di grande tradizione. L’anno scorso è arrivata in semifinale ai playoff e in passato ha sempre ottenuto ottimi risultati. È una partita difficile contro giocatrici che potrebbero metterci in difficoltà. Ma vedo la squadra concentrata e motivata per concludere alla grande il girone di andata e sono sicura che faremo un’ottima partita”.

La partita sarà arbitrata da Arrigo D’Alessandro di Policoro e Paolo De Lorenzo di Brindisi. Cronometrista Cristoforo Corsini. Si gioca sabato alle 18 al Palacurtivecchi di Montesola. A causa della vicinanza a Bitonto (circa 80 km, nda) anche nella città tarantina sono attese alcune decine di tifosi neroverdi. Tuttavia a causa delle limitazioni Covid potranno entrarne non più di 55 e tutti dovranno essere dotati di Super Green pass e mascherina FPP2.

Ufficio Stampa Bitonto