Giusto il tempo di smaltire l’euforia dopo il derby vinto contro l’Italcave Real Statte che il Bisceglie Femminile si ritrova immediatamente alla vigilia di un crocevia stagionale come lo spareggio per l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia previsto per oggi, 6 febbraio ore 20, in casa del Futsal Breganze.

Il 5-1 inferto alle ragazze di mister Marzella rappresenta un buon tonificante per le nerazzurre: “Dopo la partita di domenica scorsa – esordisce il tecnico Francesco Ventura – arriviamo con una maggiore consapevolezza dei nostri mezzi. Questo tipo di prestazioni non devono rappresentare l’eccezione ma la normalità nella crescita della squadra. Intensità, concentrazione e voglia di superare l’avversario sono le linee guida per migliorarsi giorno dopo giorno”.

Si torna in campo 72 ore dopo con l’incontro in terra veneta che potrebbe ulteriormente dare lustro ad una stagione di per se già più che positiva: “Bisogna innanzitutto recuperare le energie, sia fisiche che mentali – dichiara il tecnico nerazzurro – ma al tempo stesso pensare che la qualificazione alla Final Eight al primo anno di Serie A rappresenterebbe per questo gruppo, per questa società e per me un sogno”.

Il precedente in campionato dello scorso 1 novembre vide il Breganze imporsi per 3-0, elemento da tenere in considerazione per evitare di commettere altri errori: “Quella partita di sicuro ci ricorda che dovremo essere – sottolinea Ventura – più attente nelle due fasi, ciniche sotto porta e giocare bene la partita dal punto di vista tecnico per evitare di prestare il fianco ad una squadra che vorrà sfruttare le dimensioni ridotte del suo campo e le forti individualità presenti nel roster”.

Il tecnico nativo di Bisceglie sembra avere le idee chiare su quello che potrebbe essere il canovaccio della gara di domani al Palasport di Sarcedo: “Sarà una partita combattuta dove le motivazioni avranno un peso specifico importante. Sia noi che il Breganze coltiviamo l’ambizione di partecipare ad un evento completamente diverso dal campionato, con il suo fascino e l’onore di poterci essere. Chi avrà più voglia e determinazione meriterà alla fine la qualificazione”.

 

(fonte ufficio stampa bisceglie)