Importante vittoria in trasferta per la Virtus Romagna di Imbriani, che si impone per 4-2 al PalaTorrino contro la Sabina Lazio al termine di un match giocato ottimamente. La Virtus scende in campo con un buon approccio, anche se all’intervallo l’incontro è molto più in equilibrio rispetto a quello che racconta il risultato: nella ripresa le giocatrici di Imbriani sono però perfette e annichiliscono le avversarie, prima con due reti segnate in rapida successione e poi gestendo pallone e ritmo.

PRIMO TEMPO – La prima occasione della partita porta al gol di capitan Mencaccini su assist di Berti, una conclusione vincente che arriva al termine di una bella azione offensiva studiata in allenamento e replicata con le giuste tempistiche in campo. La Sabina prova a rispondere e si affida al tiro di De Felice, disinnescato in corner da Faccani. Poco dopo è ancora Faccani a rendersi protagonista con un grande intervento a tu per tu con Angeletti. Il gol per le padrone di casa è nell’aria e arriva a metà tempo, con Angeletti che chiude al meglio l’efficace uno-due in velocità con Bucella che spiazza l’intera difesa virtussina. La squadra romagnola non ci sta e poco prima dell’intervallo si riporta avanti nel risultato: Berti recupera palla con un grande intervento a metà campo e segna con un bel diagonale mancino.

SECONDO TEMPO – La ripresa della Virtus è magistrale e inizia subito nel migliore dei modi. Una precisa e organizzata azione virtussina in fase di possesso porta Falcioni a servire la corrente Cabrera al centro dell’area intorno al secondo minuto di gioco, con la giocatrice in maglia 10 che in pochissimo spazio trova il momentaneo 3-1. C’è una sola squadra in campo e la Sabina è frastornata dal gol subito: Mencaccini non perdona e si fa trovare prontissima sul secondo palo al momento dell’illuminante passaggio di Berti per insaccare il 4-1. Il resto della frazione è principalmente gestito dalla squadra di Imbriani, che con sapienza tattica e una buona fase di possesso palla riesce a tenere lontane le avversarie dalla porta di Faccani. Arrivano anche altre opportunità per aumentare il vantaggio: la più ghiotta è quella che capita sui piedi di Insinna, brava a ritrovare il pallone dopo la respinta di un difensore sul tiro di Mencaccini ma sfortunata nel non riuscire a trovare la porta per pochi centimetri.

BERTI – La Virtus Romagna, in attesa del match fra San Giovanni e Avezzano, conquista la vetta della classifica e può dirsi rinfrancata della prestazione di oggi, con un evidente passo in avanti fatto in zona gol come richiesto da Imbriani. Così come confermano le parole di una delle migliori in campo, Sara Berti, autrice di un gol e di due assist: “Sono davvero contenta per il risultato di oggi, vincere è sempre bello e soprattutto stimolante per continuare ad allenarsi e togliersi delle belle soddisfazioni. Oggi non era facile ma siamo state molto brave a impattare bene la gara riuscendo a fare il nostro gioco, rispetto alle altre partite siamo riuscite a concretizzare una delle prime occasioni avute e ci questo ci ha dato ulteriore morale”. Messa in archivio questa vittoria, la Virtus alza ulteriormente l’asticella seguendo l’esempio di giocatrici come Mencaccini e la stessa Berti: “Purtroppo, anche oggi abbiamo sprecato diverse chance: c’è stato un grande passo in avanti è vero, ma possiamo ancora migliorare e abbiamo vari aspetti da perfezionare. La strada che stiamo percorrendo però è sicuramente quella giusta. Personalmente sono felice di aver aiutato la squadra in fase realizzativa, dovevo farmi “perdonare” le tante occasioni sprecate nelle precedenti partite». Infine, Sara sente di dover sottolineare l’impegno profuso dalla società e dallo staff in questo momento così delicato e drammatico: «Ringrazio profondamente tutti, dalla presidente Ricci al nostro coaching staff, per i tanti sforzi che stanno facendo permettendoci di essere in campo ogni domenica, nella speranza di tornare presto alla “normalità”.

Michelangelo Bachetti
Ufficio Stampa Femminile Virtus Romagna