Gianni Mura avrebbe detto che la Best ha battuto il Frosinone ‘nel modo che piace al più sadico dei tifosi: in rimonta e grazie agli errori dell’avversario’. Impresa non da poco quella delle capitoline, che sono riuscite a trasformare uno 0-2 in un 5-2 contro le ciociare, continuando la marcia in vetta al girone C.

CARATTERE – Nove sono le partite che mancano al termine del campionato. Cinque, invece, sono i punti che separano la capolista dalla seconda in classifica, quella Vis Fondi che, peraltro, ha una gara in più. Un’equazione tutta a favore delle ragazze di De Lucia, reduci da un successo che conferma la bontà del lavoro svolto sinora: “È stata una gara complicata – esordisce Giorgia Tarenzi -. Nella prima frazione di gioco le avversarie ci hanno messo in difficoltà, andando sul doppio vantaggio. Noi, però, abbiamo dimostrato ancora una volta di essere un gruppo unito e determinato: anche quando l’ostacolo sembra impossibile da superare, non molliamo mai. Questa caratteristica ha fatto la differenza nel secondo tempo”.

MENTALITÀ – Il prossimo turno vedrà la Best fare visita allo Spartak nel più classico dei testacoda. Un impegno che, se affrontato con poca concentrazione, potrebbe nascondere più di un’insidia. A tal proposito Giorgia Tarenzi mette tutti in guardia: “Nessun match è da sottovalutare quando sei la prima in classifica – afferma -, visto che ogni avversaria cerca sempre dimettere in campo quel qualcosa in più. Sarà importante dare continuità alle nostre prestazioni e tenere sempre alto il ritmo partita. Con la mentalità giusta, possiamo affrontare chiunque”.

Edoardo Morandini