L’ultima settimana di febbraio è stata agrodolce per la Best, che ha rimediato il primo stop in regular season sul campo dell’Osilo per poi rialzarsi subito e travolgere 12-3 la Coppa d’Oro Cerveteri.

CROCE – Dopo quindici vittorie consecutive, le capitoline si sono arrese nella trasferta sarda contro una delle avversarie più pericolose nella corsa alla promozione diretta: “Non possiamo più permetterci disattenzioni di quel genere – esordisce Chiara Croce -, anche se abbiamo ancora un buon margine sul secondo posto. Le sensazioni sono buone, ma il futsal è imprevedibile. In ogni caso, è tutto nelle nostre mani”. La reazione del gruppo di De Lucia è stata veemente nella sedicesima giornata: “Come spesso ci accade, siamo partite un po’ contratte, subendo subito due gol – racconta la numero quattro -, poi ci siamo riassestate e abbiamo cominciato a imporre il nostro gioco. Avevamo bisogno di riscattarci e ci siamo riuscite”.

FINO ALLA FINE – Il carattere dimostrato domenica ha evidenziato il valore di un gruppo che non perde di vista i suoi obiettivi: “Siamo felici e orgogliose di quello che abbiamo fatto finora – sottolinea Croce -. Non eravamo le favorite, ma abbiamo dimostrato di essere in grado di fare grandi cose. Non molleremo mai, andremo dritte per la nostra strada fino alla fine della stagione”.

Edoardo Morandini