“Ne abbiamo fatta di strada insieme…”. Sei parole che già dicono tutto, e che inaugurano il lungo post che Daniele Chielli ha riservato a Beita Fernandez. Perché è ufficiale: la laterale classe ’84 non è più una giocatrice della Lazio. A renderlo noto è stato lo stesso mister biancoceleste con il seguente messaggio d’addio. Eccone un estratto:

“Siamo cresciuti insieme: io da allenatore, tu da giocatrice. E ora puoi tranquillamente giocare in una delle squadre delle prime 3-4 posizioni in Serie A femminile. Ci siamo ammazzati e ci siamo amati allo stesso tempo. Hai lottato per la mia maglia, l’hai amata, l’hai difesa. ‘Non prendere Beita, ti distrugge lo spogliatoio‘. Ce la ricordiamo bene questa frase, avevano ragione, ma si dimenticarono di aggiungere ‘quando andrà via‘. Oggi mi sento un po’ vuoto, ma la vita sportiva è questa. Ti mando anche qui un abbraccio grande. E che tutti possano capire come, anche nel femminile, se una persona riesce a comportarsi sempre bene, con rispetto e soprattutto con amore, anche un addio può diventare fantastico. Resterai sempre dentro di me”.

La Lazio ha poi ufficializzato l’addio con un comunicato:

“La S.S. Lazio Calcio a 5 comunica la separazione consensuale con Beita Fernandez. La giocatrice spagnola è stata un punto fermo della compagine biancoceleste per tre stagioni, garantendo sempre professionalità, esperienza e attaccamento alla maglia. Nei tre campionati passati nella Capitale, Beita ha realizzato ben 31 reti, contribuendo in maniera decisiva alle ottime annate delle ragazze di mister Daniele Chilelli. “Ringraziamo Beita per quanto dato in questi anni assieme a noi. Un contributo che va al di là del solo aspetto sportivo. E’ stata un esempio dentro e fuori dal campo, rappresentando un punto di riferimento per tutte le compagne di squadra. Le auguriamo le migliori fortune e soddisfazioni per il prosieguo della sua carriera”. Questo il messaggio della società biancoceleste”.