Alla Final Four della terza edizione dell’Europeo femminile vanno Spagna, Ucraina, Ungheria e Portogallo: le Azzurre, nell’ultima sfida del girone lusitano non riescono a battere le padrone di casa nonostante una sfida giocata assolutamente alla pari contro le vicecampionesse d’Europa.

La partita. In un Pavilhao Multiusos completamente sold-out dal 1600 spettatori, l’approccio delle Azzurre è convincente, anche se i primi due interventi importanti sono di Sestari fra i pali dell’Italia. La risposta arriva con la zampata di Dal’Maz che costringe Ana Catarina alla deviazione felina in angolo. Nella fase centrale del primo tempo sale di ritmo il Portogallo che aumenta i giri del motore: Sestari è fantastica al settimo nel neutralizzare il destro di Janice Silva. L’intensità della partita è molto alta, tanto che l’Italia si carica di falli, spendendone già 5 dopo appena 10’. La gara si sblocca al quindicesimo con un tiro dalla distanza di Fifò che sorprende Sestari per l’1-0. L’Italia risponde con Boutimah, ma il suo destro incrociato al diciottesimo è chiuso da Ana Catarina. Le padrone di casa hanno la grande chance del raddoppio qualche istante più tardi, ma Pisko calcia sul palo il tiro libero concesso per fallo di Boutimah su Ana Azevedo. Si chiude così con il vantaggio portoghese il primo tempo. Nella ripresa subito un brivido, con un pallone perso dalle Azzurre al limite e la traversa colpita da Azevedo. L’immediata risposta italiana passa dai piedi di Adamatti che, creando superiorità numerica, va in angolo da Boutimah, il cui assist è raccolto da Grieco: il tiro di prima intenzione della 7 viene chiuso da Ana Catarina. È la scossa: le Azzurre iniziano a collezionare occasioni in fila, tanto che al settimo su lancio di Sestari una deviazione di testa di Dal’Maz vale il meritato 1-1. La reazione delle padrone di casa è veemente e solo un super intervento di Sestari nega il gol del 2-1 a Pisko: dal corner, però, un destro in controbalzo imprendibile di Ana Azevedo si infila al “sette” per il nuovo vantaggio lusitano. L’Italia prova a profondere il massimo sforzo, sale alta in pressione, ma in ripartenza il Portogallo punisce a 4’30’’ dalla fine con Pisko, brava nel chiudere col tap-in un pallone vagante. Salvatore è costretta a inserire il portiere di movimento, con il 5vs4 di movimento Catia Morgado chiude la contesa con una doppietta in 30’’ che regala il definitivo 5-1 al Portogallo. Alle Azzurre resta il rammarico di una partita giocata alla pari che è girata sugli episodi.

Salvatore. A fine gara il Commissario Tecnico Francesca Salvatore commenta: “Siamo stati in campo tutta la partita giocando un futsal di grande personalità. Ci sono mancati quel pizzico di furbizia ed esperienza necessari in queste gare: per trovarli abbiamo bisogno di continuare a giocare sfide di livello internazionale, per arrivare a essere ancora più competitive e attente ai particolari. Alla luce dei risultati di questo Main Round sono sempre più convinta che l’Italia meriti la Final Four. Non è un pensiero che in questo momento ci consola, ma continuerà a essere l’obiettivo da raggiungere. Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare: la consistenza del gioco prodotto, per chi ha visto la partita e non guarda il risultato, è chiara. Siamo nettamente più vicini di quanto possiamo credere: quel gap che in molti avevano pensato colmato dopo lo scorso anno contro la Spagna, oggi non è stato raggiunto ma sicuramente ridotto al minimo. Questa squadra va ringraziata e supportata. Siamo stati a un passo dal possibile e nonostante la tristezza di questo momento, non ho dubbi che la Nazionale ripartirà più forte e consapevole dei propri mezzi: unica ricetta? Il lavoro”.

PORTOGALLO-ITALIA 5-1 (pt 1-0)
PORTOGALLO:
Ana Catarina, Carla Vanessa, Morgado, Azevedo, Pisko, Rocha, Maria, Ines Fernandes, Fifò, Janice, Jenny, Carol, Pedreira, Nunes. Ct. Conceiçao
ITALIA:
Sestari, Coppari, Borges, Belli, Adamatti, Dibiase, Pomposelli, Boutimah, Grieco, Mansueto, Vanelli, Bovo, Dal’Maz, Ferrara. Ct.
MARCATRICI:
14’45’’ pt Fifò (P), 6’31’’ st Dal’Maz (I), 6’58’’ Ana Azevedo (P), 15’30’’ Pisko (P), 17’31’’ e 18’03’’ Morgado (P)
AMMONITE: Boutimah (I), Pisko (P), Vanelli (P)
NOTE:
17’47’’ t.l. sbagliato Pisko (P)
ARBITRI: Soykan (TUR), Schaerli (SUI), Yiangou (CYP), CRONO: Santos (POR)

CLASSIFICA
Portogallo 9 (+30)
Italia 6 (+10)
Bielorussia 1 (-20)
Slovenia 1 (-20)

UEFA Women’s Futsal EURO 2023
Main Round
Giovedì 20 ottobre

Italia-Slovenia 8-0
Bielorussia-Portogallo 0-14

Venerdì 21 ottobre
Bielorussia-Italia 0-6
Portogallo-Slovenia 12-0

Domenica 23 ottobre
Slovenia-Bielorussia 3-3
Portogallo-Italia 5-1

Ufficio Stampa Figc