Sono giorni di festa e di enorme soddisfazione in quel di Guardiagrele, dove l’Az Gold Futsal si sta godendo la meritata vittoria del campionato di serie c abruzzese e sta tornando a respirare l’aria di un tempo: quella tramontana impetuosa che qualche tempo fa aveva travolto la squadra di patron Alex Zulli si è trasformata in una brezza leggera che ha spinto a vele spiegate l’Az Gold Futsal nuovamente verso la serie A. Il racconto del presidente e allenatore Alex Zulli.

Ogni successo comincia da lontano: da dove parte il vostro e quanto vale ritrovare subito la serie A?

“Parte dalla voglia di tornare nelle categorie che sono proprie di questa società, di questo stemma, della sua storia, in linea con i valori e con l’idea di futsal che abbiamo sempre avuto. Inoltre, si è aggiunta la mia voglia di non farmi condizionare troppo dai problemi personali di salute, che sono stati il vero motivo per cui l’Az Gold Futsal aveva smesso di esistere 2 anni fa. Per questo tornare in serie A ha per tutti noi un enorme valore; riuscire a farlo nella mia città è un motivo in più di orgoglio e gioia.”

Quale è stata, se ce n’è una, la giocatrice più incisiva per la vittoria del campionato?

“Abbiamo una rosa ristretta e, anche a causa degli infortuni, finiamo la stagione con 8 giocatrici di movimento e 3 portieri: sono state tutte importanti e fondamentali, dalla prima all’ultima”.

Non c’è due… senza tre: pronti a giocarvi anche la coppa Italia nazionale?

“Ci ritroviamo a finire la stagione con alcune giocatrici “incerottate” e senza Olivia Manitta, che purtroppo dal 4 dicembre scorso si è dovuta fermare. Alcune ragazze risentono di diversi acciacchi per via della intensa stagione disputata, ma proveremo comunque con tutte le nostre forze a conquistare la coppa Italia per replicare il successo del 2012. In fondo, anche per le altre squadre è la fine di un lungo e faticoso percorso agonistico, quindi dobbiamo e possiamo provarci”.

Edda Canale