Archiviati i festeggiamenti per la vittoria del campionato, l’Audace Verona è tornata subito in campo per preparare la Final Eight di Coppa Italia, in programma tra Tolentino e Porto San Giorgio dal 30 maggio al 2 giugno. Il preparatore atletico Lorenzo Osti racconta il percorso di avvicinamento delle scaligere alla kermesse marchigiana: “L’umore è dei migliori, ma sappiamo che dobbiamo continuare a lavorare se vogliamo centrare altri obiettivi”.

OSTI – Lorenzo quest’anno ha svolto un lavoro di fino per preparare al meglio le giocatrici, che hanno convogliato nel migliore dei modi le energie, raggiungendo la promozione: “Noi dello staff tecnico abbiamo avuto la fortuna di avere in squadra elementi con un tasso tecnico molto elevato, ciò ha dato la possibilità di preparare allenamenti specifici, mantenendo sempre alto il livello di performance”. Osti spiega l’affinità che si è creata tra staff sanitario e allenatore: “Grazie all’ottima comunicazione all’interno della società siamo riusciti recuperare, nei giorni scorsi, delle giocatrici in vista della Coppa Italia”.

FINAL EIGHT – L’Audace è pronta a dare la caccia alla coccarda tricolore, che inizierà venerdì dal quarto di finale del PalaChierici con la Virtus Romagna: “Le priorità sono recuperare la stanchezza accumulata nell’ultima sfida di campionato e risolvere qualche piccolo acciacco, a livello fisico non abbiamo grandissime necessità. Avranno molta importanza i contenuti che l’allenatore trasmetterà al gruppo in queste ultime ore prima dell’esordio, contenuti che le ragazze recepiranno al meglio come sono abituate a fare. Non vedo l’ora di vederle in gara”.

Edoardo Morandini