Reduce dal pareggio per 3-3 con il Granzette, l’Audace si prepara alla prossima sfida in casa della Real Fenice: trasferta non semplice, ma le rossonere sono pronte e vorranno sicuramente dire la loro.

In attesa di questo derby, noi di Ladyfutsal abbiamo scambiato quattro chiacchiere con il tecnico dell’Audace, Massimiliano Pippicello, che con noi ha tracciato un primo bilancio di questa avventura in A2.

Mister, partiamo dal pari con il Granzette…

“Non ho nulla da dire alle mie ragazze, anzi, sono state anche troppo brave: è stata una partita in cui abbiamo dominato. Diciamo che è un periodo in cui la fortuna non gira dalla nostra parte. All’inizio magari l’abbiamo avuta, adesso un po’ meno. Però ci sta”.

Un bilancio di questo inizio di stagione? State dimostrando di non sfigurare affatto in categoria.

“Siamo contenti. Ci troviamo a due punti dalla Noalese che è seconda, ma dobbiamo anche guardarci dietro. Lo reputo come un campionato di Serie B di calcio: ne vinci una e sei lassù, ne perdi una e sei laggiù. Ci sono tante squadre equilibrate, tolte la Flaminia e la Torres, che hanno un’organizzazione di calcio a 5 come piace a me e che ritengo abbiano qualcosa in più delle altre”.

Per te questo all’Audace si tratta di un ritorno…

“Sì, qui anni fa ho vinto due campionati nel maschile. Mi trovo molto bene: è una grande società, il presidente Betteghella punta a farla crescere tantissimo, sotto ogni punto di vista. In questo momento ad esempio siamo più forti del Verona, squadra in cui ero lo scorso anno, insomma siamo semplicemente forti. Poi ovviamente come ogni società si deve aver pazienza, per ora si rimane con i piedi per terra”.

In cosa dovete ancora migliorare come squadra, e di cosa invece sei già soddisfatto?

“Alleno un bel gruppo. In questo momento ci manca la Marcazzan che è infortunata e per noi è importantissima. Diciamo che ci servirebbe un po’ più di esperienza, ma del gruppo sono contentissimo. Io gioco sempre in pressione, bisogna correre e stiamo correndo, anche se tempo fa abbiamo avuto una piccola “pausa” perché stavamo preparando la Supercoppa. Sono soddisfatto delle ragazze e di tutto lo staff”.

Ora la Real Fenice: che partita ti aspetti?

“Un altro derby. In trasferta non stiamo facendo molto bene, veniamo da due sconfitte fuori casa, anche se con la Noalese abbiamo fatto una bellissima partita e non meritavamo di perdere. Domenica ci aspetta una brutta gara: conosco la Battistoli che è molto brava, la Begnoni che è una nostra ex e ha voglia di rivincita… Le sto studiando, è una squadra “rognosa” secondo me, dovremo aver pazienza”.

Valentina Pochesci