Cos’altro dire dello splendido percorso dell’Audace in Coppa Italia? I numeri da record e la matematica qualificazione alle Final Four sono la ciliegina sulla torta di un cammino fin qui straordinario. Questa settimana ne abbiamo parlato con Martina Garzon, laterale classe ’94, al suo terzo anno con la formazione scaligera.

In questa intervista esclusiva concessa a Ladyfutsal, Martina analizza il bellissimo momento della sua squadra e guarda alla prossima gara contro l’Hellas Verona, in programma domani alle ore 19.

Ciao Martina! Allora, numeri da record e qualificazione alle Final Four in tasca: il tuo commento?
“Siamo riuscite a portare a casa anche l’ultima partita con diversi gol fatti e senza subirne alcuno. Questo non vuol dire che non sia stata una partita combattuta: La Giovanile è una squadra giovane ma con un potenziale da non sottovalutare. Questa è la quarta vittoria di fila, sicuramente l’umore è alto ma siamo consapevoli del parecchio lavoro da fare e pronte a metterci in gioco”.

Come affronterete le prossime due partite, di fatto ininfluenti?
“Abbiamo già la qualificazione in tasca ma le affronteremo esattamente come le altre partite: con testa, determinazione e voglia di vincere”.

Come ti trovi all’Audace?
“Questo per me è il terzo anno qui e dire che mi trovo bene è riduttivo. Sono soddisfatta del percorso fatto fino ad ora, consapevole dei miei limiti ma anche che questi possono essere superati con impegno e dedizione”.

Tre aggettivi per descrivere il futsal.
“Il futsal non è solo uno sport, è molto di più: la persona che sei dentro quel rettangolo da gioco è quella che sei anche nella vita. Riassumendo per me il futsal è grinta, cuore e sacrificio”.

Martina, il tuo sogno nel cassetto?
“Vincere qualcosa di importante con questa maglia e questo gruppo”.

Valentina Pochesci