La sconfitta interna non spaventa. L’Audace può ancora stupire e ha tutta l’intenzione di farlo. A Molfetta servirà una gara perfetta per ribaltare il risultato dell’andata. Come confessa Marta Zanetti a LadyFutsal, “ora le carte sono scoperte, siamo convinte di strappare il pass per la finale”.

Cosa non è andato contro il Molfetta?

“Il Molfetta è un avversario di spessore indubbiamente. Il nostro errore è stato sicuramente non aver preso subito la partita di petto, eravamo un po’ contratte, forse per la tensione della partita. Abbiamo quindi giocato un primo tempo non all’altezza; nel secondo tempo invece abbiamo messo in campo la grinta che ci ha sempre contraddistinte e siamo riuscite a recuperare un pesante passivo”

Come siete uscite da questa partita?

“Sicuramente cariche e consapevoli che tutto è ancora aperto. Il pubblico ci ha aiutate moltissimo ed è doveroso ringraziare tutti i nostri sostenitori. Quindi ora andremo a Molfetta con entusiasmo e positività, convinte di strappare il pass per la finale”

Ora vi giocate tutto con gara 2. Da quali certezze e con quali indicazioni maturate da gara 1 ripartite?

“Ora conosciamo un po’ di più l’avversario e, quindi, le carte sono più scoperte. Ripartiamo con l’idea che niente è perduto e che vogliamo giocarcela fino alla fine, perché quello che ci caratterizza è sicuramente la tenacia e non molleremo fino al triplice fischio”.