L’Audace Verona si gode il primo posto in solitaria: la sconfitta in trasferta del Padova col Duomo Chieri, infatti, lascia l’esclusiva dello scettro del girone A al club di Betteghella, che resta a +3 sulle avversarie dirette a parità di match disputati. “Abbiamo bisogno di restare concentrate fino alla fine – avvisa Martina Abagnale -. Sarà dura mantenere il ritmo, ma faremo del nostro meglio per ottenere sempre i tre punti”.

ABAGNALE – La meta fissata nella testa delle scaligere si chiama Serie A. Ora, con il passo falso del Padova, quell’obiettivo appare più vicino: “La notizia del loro k.o. ci ha fatto respirare – rivela Abagnale -, ma la corsa è ancora lunga e non abbiamo nessuna voglia di distrarci pensando troppo ad altri aspetti. Il campo è l’unico posto nel quale dobbiamo concentrarci per ottenere risultati positivi”. L’Audace, dunque, vuole proseguire il suo cammino nel modo più naturale possibile, con allegria e tanto spirito di squadra: “Ogni anno il gruppo cresce – sottolinea la numero dieci -, stiamo prendendo consapevolezza di essere sostenute da una grande società, che lavora ogni giorno per noi. Dobbiamo restare ottimiste sulla possibilità di raggiungere il nostro traguardo”.

Edoardo Morandini