Credere è il primo passo per raggiungere qualsiasi obiettivo. E’ di questo avviso Olimpia Santoro, tecnico dell’Atletico Tirrena Civitavecchia, che sprona le sue ragazze in vista dello scontro con la capolista.
Arrivare ai Play Off è ancora possibile ma non bisogna più sbagliare. Anche contro un avversario proibitivo, sulla carta, come il Progetto Futsal.
In che misura influisce sul vostro campionato il passo falso in casa del Maranola?
“Purtroppo la sconfitta contro il Maranola ci porta a percorrere una strada in salita, il risultato positivo ci avrebbe portato un minimo di tranquillità anche se, comunque, avremmo dovuto fare punti per rimanere agganciati ai Play Off… L’obbiettivo è ancora altamente raggiungibile ma servirà non sbagliare più; bisognerà essere molto concentrati e lavorare sugli errori fatti”
In termini di numeri, guardando a punti e differenza reti, siete in linea con le prime del girone; cosa vi manca ancora per fare il salto definitivo?
“Per il salto di categoria ci manca ancora un po’ di mentalità… Ci manca la padronanza del risultato e la gestione della partita, qualità che si acquisiscono con il tempo, con il lavoro e con il futsal giocato. Il gruppo comprende ragazze di esperienza ma anche giovani che spesso non riescono a gestire l’emotività che scaturisce da una competizione”
Arriva un’avversaria importante, la capolista Progetto Futsal. Cosa temete di questa compagine?
“Ovviamente sappiamo che il prossimo turno sarà proibitivo; per noi un risultato utile sarebbe importantissimo… In settimana abbiamo lavorato cercando di mettere in luce le nostre qualità, senza però dimenticare che di fronte c’è la capolista, che va studiata, gestita e, soprattutto, non va temuta. I nostri risultati altalenanti sono frutto di assenze importanti, sia per ragioni di lavoro che per vari infortuni… La concentrazione dovrà rimanere alta x tutta la gara e sono certa che le ragazze sapranno dire la loro”
Arrivati a questo punto della stagione, cosa chiedi alle tue ragazze?
“Ci sono ancora diverse gare da giocare, tutte importantissime… Sto lavorando molto sulla consapevolezza del gruppo. Quello che chiedo ad ogni atleta è di dare il meglio di sé in allenamento e di riversare in partita tutto il lavoro svolto durante la settimana. Le possibilità ci sono tutte per entrare nei Play Off, bisogna solo crederci fino alla fine… La Società sta mettendo a disposizione della squadra tutto l’occorrente per centrare l’obbiettivo… Bisognerà solo che ogni giocatrice comprenda la sua forza e, ancora più importante, quella del gruppo”.