Buona la prima, buona anche la seconda. Il CUS Cosenza concede il bis nel girone D di A2: il convincente 11-4 alla Woman Napoli lascia Bianca Arcuri e compagne a punteggio pieno, a -1 da quel Bitonto che, con una gara in più, comanda attualmente la classifica.

ARCURI – Nella domenica di Ognissanti, le calabresi sono uscite alla distanza: “È stata una partita strana – esordisce la classe ’88, autrice di uno splendido poker -, non siamo entrate in campo decise e siamo andate sotto nel punteggio: la palla non voleva entrare, il Napoli ha chiuso il primo tempo avanti 4-2. Nella ripresa abbiamo avuto la grinta giusta per ribaltare il risultato, siamo riuscite a segnare subito e a capovolgere il match: non c’è soddisfazione più grande di imbastire una rimonta del genere”. Due gare, due vittorie. Inizio migliore, per il CUS, non poteva esserci: “Siamo contente, ma siamo anche umili: è ancora presto per guardare la classifica, ci godiamo serenamente il momento. Abbiamo voglia di fare bene in una stagione particolare: l’obiettivo è la salvezza, ma in campo si scende 5 contro 5 e ce la giocheremo sempre con tutti, anche contro squadre che hanno più esperienza”.

PASSIONE – Arcuri ha riabbracciato in estate la società che, di fatto, l’ha cresciuta: “Tornare dove si è stati bene fa sempre un certo effetto, quando indossi la maglia della tua città, poi, è tutto più bello ed emozionante. Questo club mi ha dato molto umanamente e sportivamente, qui si è sempre lavorato sotto la spinta dell’amore per il futsal: c’è un organico fantastico e uno staff preparato, auguro a chiunque di trovare una realtà con questi valori”. All’orizzonte, ora, c’è la trasferta con il Molfetta, terzo a -2 dal CUS Cosenza: “È una gran bella squadra, che mira ai piani alti del girone: prevedo un bel match – chiosa Arcuri -, non andremo sicuramente lì a fare una passeggiata…”.

Redazione