I saluti su Facebook si susseguono, così come i messaggi per questa grande stagione, forse l’ultima, disputata con la maglia della Lazio.

Antonella Sabatino sembra ormai prossima a lasciare il PalaGems.

“Sei arrivata in punta dei piedi due anni fa, in silenzio, senza proclami, quando nessuno credeva in te, quando il primo giorno mi dicesti ‘io sono un laterale’, quando forse nemmeno tu potevi pensare di arrivare così lontano… Ti sei conquistata da sola, senza nessun aiuto, quel posto lì davanti lottando e sudando tutti i giorni e soprattutto onorando e amando la mia maglia… Hai buttato lacrime e sudore, hai accettato di giocare nella Lazio contro tutte quelle lingue infami che ci sono nel nostro amato sport… Lo hai fatto per ben due lunghi anni che hanno stravolto la tua vita sportiva… Oggi te ne vai per andare a giocare in una squadra più forte di noi, una società migliore di noi, perché quella società ti ha scelto, perché adesso hai dimostrato di poter stare sia qui che li e non con le parole come piace fare a tutti ma con i fatti perché 20 gol in serie A non li fanno tutti, specialmente in una squadra di metà classifica… Meritavi una chiamata in Nazionale ma sai che alla Lazio è difficile averla e, quindi, ti auguro di conquistartela nella tua prossima squadra. Spero sia un arrivederci perché sai benissimo che queste porte resteranno aperte per te e sai che tutta la Lazio è con te in questa tua nuova avventura sportiva”.

Questo il messaggio di Daniele Chilelli con tanto di emoticon di gratitudine ad Antonella Sabatino, poche parole che arrivano dritte al cuore senza tornare indietro.