L’Audace è tornata a vincere: dopo i due passi falsi, le rossonere hanno centrato un prezioso successo battendo il Decima Sport Camp. Una bella iniezione di fiducia per le prossime gare di campionato.

Tra le protagoniste del match, Marta Zanetti: vero e proprio simbolo della squadra veneta, in cui milita da cinque anni, ha voluto fortemente la categoria nazionale e proprio contro il Decima ha festeggiato il suo primo gol in A2. Un momento da incorniciare.

Allora Marta, domenica una vittoria importante dopo due sconfitte: che partita è stata?

“È stata una gara che volevamo assolutamente vincere, per riuscire a ripartire e invertire il senso di marcia. È partita in salita, ma abbiamo saputo riagguantarla e rimetterla in piedi. Il portiere di movimento da parte delle avversarie per più di metà secondo tempo è stata una scelta coraggiosa, che ha quasi rischiato di riportare la partita in bilico, ma la nostra concentrazione e determinazione hanno fatto sì che riuscissimo a mettere in cassaforte il risultato e i tre preziosissimi punti in palio”.

Hai anche segnato il tuo primo gol in A2: cosa rappresenta per te questo momento e questa avventura?

“È una categoria nella quale pensavo di non poter dire la mia e invece mi sono dovuta ricredere. Non solo sto trovando continuità, ma domenica ho centrato pure il mio primo gol in serie A2. Devo ammettere che ho visto la palla entrare al rallentatore e ci ho messo un po’ a realizzare di aver fatto gol, poi l’abbraccio delle mie compagne mi ha fatto tornare alla realtà. È stato bellissimo”.

State facendo bene: quale atteggiamento dovrete mantenere per continuare su questa strada?

“Bisogna continuare a pensare che ogni partita ce la possiamo giocare contro di tutte, ed essere determinate a conquistare punti importanti per la salvezza. Conta restare unite e perseverare questo obiettivo tutte insieme. Raggiunta la salvezza magari ci potremmo anche togliere qualche soddisfazione in più”.

Ora vi attende la Noalese, squadra che conoscete bene e che nella scorsa stagione avete battuto in Supercoppa. Che gara ti aspetti?

“La partita di Supercoppa è senza dubbio un bellissimo ricordo, ma il campionato è tutt’altra cosa. I punti in campionato contano più di qualsiasi coppa, che è sicuramente un bel trofeo, ma finalizzato a se stesso. Bisogna rimanere focalizzati sul nostro obiettivo e dare il massimo per portare a casa la vittoria e continuare il trend positivo”.

Valentina Pochesci