Quando si chiude una porta, si apre un portone. E così finisce un’altra stagione di futsal che ricorderemo di sicuro per un super Olimpus, il torneo in Spagna della Nazionale italiana e le novità proposte per la prossima stagione. Ma di sicuro noi di Lady Futsal la ricorderemo anche per la rubrica di Marco Shindler, un appuntamento che ha avuto successo e che speriamo di poter continuare il prossimo anno.

Marco, ringraziandoti a nome di tutta la redazione per la tua professionalità e sincerità, partirei da un commento sul tricolore…

“Partiamo da qui, dall’Olimpus campione di tutto. Lo avevamo detto a inizio stagione che ai nastri di partenze era la squadra da battere e così ha dimostrato fino alla fine. L’unica squadra che sul campo ha dimostrato di potersela giocare è stata la Ternana, ma la quantità dell’Olimpus ha fatto la differenza”.

Che anno è stato per il futsal femminile?

“Di sicuro importante. C’è stato un incremento delle straniere e il prossimo anno saranno ancora di più (a quanto pare). Ho notato anche un accrescimento tecnico anche se vedendo le gare stagionali di molte squadre, a livello tattico e organizzativo questa stessa crescita non l’ho notata”.

Come stanno cambiando le società con l’avvio del futsal mercato?

“Il Pescara sta tirando su una squadra veramente forte però bisogna sempre vedere Ternana e Olimpus che faranno. Se Basile confermerà il parco giocatrici e lo amplierà con un paio di innesti importanti, si confermerà tra le più forti. Stesso discorso per l’Olimpus che non starà a guardare di certo. La Lazio ha preso Luciléia che di certo è un grande acquisto e in base a quello che ha detto Chilelli credo dovremmo aspettarci grandi sorprese. Il Montesilvano recupererà Bruna e di per sé è come se fosse un grande acquisto. Per quanto riguarda le altre squadre, vedremo come riusciranno a rinforzarsi nei prossimi giorni”.

Parliamo di te. Proposte e progetti futuri?

“Ho avuto delle proposte dal maschile ma attualmente sono in attesa di un progetto serio, ho voglia di rimettermi in gioco nel giusto modo, che sia nel maschile o nel femminile è indifferente. Vorrei ringraziare Lady Futsal per la possibilità che mi ha dato di scrivere i miei pensieri tecnici sul calcio a 5 in rosa e tutte le persone che hanno letto e condiviso la mia rubrica, con l’augurio che il futsal femminile possa crescere sempre di più”.

Serena Cerracchio