Nella super sfida che vale l’accesso in semifinale, al Palagems Olimpus e Kick Off si giocano il tutto per tutto. In avvio di gara il gioco è nelle mani dell’Olimpus ma non sfocia in azioni incisive: merito dell’ottima difesa del Kick Off, che gioca in pressing alto e di rimessa in attacco. Al 13′ del primo tempo le ospiti perdono Iturriaga per infortunio e pochi secondi dopo l’Olimpus trova l’1-0 con Lisi, che si avventa sul pallone che danza vicino alla linea, sfuggito dalle mani di Di Biase. Da Rocha raddoppia al 18′ primo tempo. Riapre le speranze per il Kick Off Belli dopo appena 30”; quindi Taty ristabilisce subito le distanze sul rovesciamento di fronte, realizzando il 3-1. È ancora lei, su rigore, a chiudere definitivamente il match. Nella festa Olimpus c’è spazio anche per i gol di Cortes, Soldevilla, Cely e per la doppietta di Da Rocha. Non basta il portiere di movimento al Kick Off per tentare una miracolosa rimonta. L’Olimpus dilaga e prosegue il cammino scudetto.

 

Taty 9 – E’ lei l’anima e il motore di questo Olimpus. Detta i tempi e le giocate in fase offensiva; incontenibile nei dribbling e nelle ripartenze, impeccabile nel farsi trovare libera molte volte, in particolare in occasione del gol… Che non sbaglia. Raddoppia su rigore, calciando un siluro imparabile all’incrocio dei pali.

Giustiniani 8 – Nega in più di un’occasione il gol alle avversarie sullo 0-0. Anche sulla rete di Belli, è autrice di una doppia parata spettacolare (arrendendosi solo al terzo tentativo). Sfiora il gol su rinvio sul portiere di movimento avversario.

Belli 7,5 – Il suo gol riporta in partita il Kick off; una sua chiusura su Taty in avvio di ripresa salva momentaneamente il risultato. Qualità e attenzione, sia in fase di contenimento che in fase di attacco.

Lisi 7 – Soldatino instancabile, si fa trovare pronta ogni volta che Mister D’orto la chiama in causa dalla panchina. La sua determinazione vale il gol che sblocca il risultato del match in favore dell’Olimpus; la sua qualità dá un altro ritmo al gioco dell’Olimpus, che con lei in cd andare quasi sempre a segno.

Vieira 7 – Arriva su ogni pallone insidioso, non si fa mai da parte nei contrasti e spesso riesce ad avere la meglio. Dopo l’uscita di Iturriaga, si sacrifica al massimo in fase di copertura, ma sulle azioni dell’asse brasiliano Taty / Lucileia non può fare nulla. Muscoli, cuore e determinazione fino alla fine.

Edda Canale