Una partita straordinaria quella tra la Lazio e la Ternana. Biancocelesti praticamente perfette tatticamente in fase difensiva, brave e preparate a fermare gli attacchi di Renata e Santos. Ternana nei primi cinque minuti della ripresa, devastante, brava a pareggiare il vantaggio di Patri Jornet, con Santos prima e Renatinha, poi. Nel minuto e mezzo finale succede di tutto: prima il pareggio di Catrambone, poi il 3-2 finale di Maite. Domenica prossima il secondo atto di questa sfida infinita tra Lazio e Ternana.

Tirelli 8 – Chiamata a sostituire la squalificata Vecchione, la classe ’97 è protagonista assoluta di una grande gara. Interventi fondamentali su Renata e Taina sulla quale compie un vero e proprio miracolo parando una rovesciata fantastica. Para anche il tiro libero sempre alla brasiliana. Bravissima e fondamentale.

D’Incecco 7,5 – L’ex capitano del Montesilvano gioca una partita di grande qualità e tantissima quantità. Fondamentale in fase difensiva, nel primo tempo soprattutto brava a ingabbiare, insieme alle compagne, i fenomeni rossoverdi. Combattente nata.

Renata 7,5 – Un primo tempo “sofferente”, marcata strettissima dalla difesa biancoceleste. A tu per tu con Tirelli al 17esimo della prima frazione sbaglia un gol “dei suoi”. Nella ripresa suo il lampo che infiamma la tifoseria rossoverde e che regala alla Ternana il gol del momentaneo 2-1.

Barca 7,5 – Una marcatura asfissiante su Renatinha, nel primo tempo vince spesso il duello con la brasiliana. Personalità a non finire per la giovanissima biancoceleste che ieri ha vinto il campionato Juniores regionale. Non ancora diciottenne, il futuro del futsal italiano.

Santos 7,5 – Una qualità incredibile, che non è più una novità. La più pericolosa nella squadra di Pellegrini e infatti proprio da un suo tiro, deviato da D’Incecco, dopo appena 20 secondi nella ripresa, agguanta il pareggio. Una rovesciata strepitosa, deviata in angolo da Tirelli, strappa applausi a scena aperta.

Serena Cerracchio