La Società Ternana Unicusano Calcio Femminile è dispiaciuta per le incomprensioni sorte fra la dirigenza e la calciatrice Marika Mascia. Per una serie di fraintendimenti, al portiere della nazionale azzurra veniva inoltrato dal direttivo societario una comunicazione in cui si diceva che la stessa non rientrava più nei piani societari e che poteva ”sistemarsi altrove”. La giocatrice, sicura di non essere in torto e di non aver commesso alcun che di sbagliato decideva quindi di non proseguire il rapporto sportivo con la Ternana Unicusano Calcio Femminile anche in virtù del fatto di essere ancora libera da vincoli di tesseramento, a malincuore così mandava un accorato saluto alla società.

La dirigenza, con estrema onestà e professionalità, che da sempre si è contraddistinta nel panorama sportivo del femminile, ha capito facendo un passo indietro, dopo un incontro chiarificatore con la stessa calciatrice e chi la rappresenta, e ha messo in chiaro la propria posizione, riprendendo l’iter burocratico: si è così deciso, insieme, di riprendere il cammino da dove si era stato interrotto.

La Società inoltre manifesta alla calciatrice la massima fiducia sportiva e umana. Tutto ciò ha favorito la possibilità del proseguo del rapporto sportivo per la stagione in corso, anche per dare allo staff tecnico nuovamente un portiere di caratura internazionale e fra i migliori del campionato italiano già da diverse stagioni.

Ufficio Stampa Ternana Unicusano Calcio Femminile