Esordio da incorniciare per I Bassotti. Al debutto assoluto in A2, la formazione torinese si impone a valanga 9-2 sul Sassoleone. Partita praticamente perfetta delle ragazze di mister Caprio, che sembrano davvero di non aver accusato il salto di categoria. A Ladyfutsal, Serena Giuliano, autrice di una rete, ci racconta tutta la sua emozione per questa prima uscita stagionale.

Ciao Serena, meglio di cosi non si poteva esordire. Ti aspettavi di partire così forte?

“Sinceramente non pensavo di iniziare così bene il campionato. Passare da una serie C a una serie A nella quale i ritmi di gioco sono decisamente più rapidi, dove è il gioco di squadra ad avere la meglio sulla prestazione del singolo e quindi l’importanza di riuscire a mantenere i ritmi anche delle mie compagne non è una cosa da sottovalutare. Non posso che essere più che soddisfatta del mio debutto. Certo non è stata una delle mie prestazioni migliori e sicuramente dovrò migliorare ancora su molti aspetti ma posso dire di aver iniziato con il piede giusto.

Per te si trattava del debutto e hai subito trovato il gol. Che emozione è stata? Come l’hai vissuta?

“Segnare nella prima di campionato, in seria A, partendo con il presupposto di giocare bene cercando di non fare errori e quindi senza pretendere di segnare subito..beh è stata un’emozione unica! Non me l’aspettavo e non riesco a descrivere come mi sentivo in quel momento! Sono attimi nei quali si provano tantissime sensazioni che soltanto giocando si riescono a capire”.

Come si lavora in vista del prossimo impegno ora?

“Per quanto riguarda il prossimo impegno stiamo cercando di analizzare i punti di forza e di debolezza riscontrati durante la partita di domenica. C’è molto da migliorare ancora ed è proprio per questo che ognuna di noi sta cercando di lavorare sui propri errori. Grazie all’impegno e ai consigli dei mister che puntano a far crescere questa squadra, ma grazie anche all’impegno e alla determinazione di tutte si riusciranno a portare a casa grandi risultati simili a quelli di domenica.
Non si può che migliorare e questo è quello che conta per adesso”.

Obiettivi personali e di squadra?

“Il mio obiettivo personale è condurre la stagione da protagonista, sia a livello individuale che di squadra. Vorrei che si sentisse parlare delle potenzialità di questa squadra neo promossa!”

Fabio Pochesci