La strepitosa stagione del C.F. Pelletterie è giunta al termine: all’attivo, la coppa Italia regionale toscana e la promozione in serie A(2) conquistata grazie alla cavalcata vincente nei play off prima regionali e poi nazionali. Insieme a noi, a calare il sipario e a tirare le somme della splendida avventura delle toscane il D.S. Giulio Ottaviani.                         (per Ilaria)

Non tutti costruiscono una squadra per vincere… e alla fine ci riescono. Qual è la vostra formula vincente?

“Per imparare a vincere, bisogna prima imparare a perdere: la sconfitta maturata tre anni fa in finale play off nazionale contro la Mader Bologna (partita persa ai rigori); la sconfitta in Final Eight contro il Tollo ad Avezzano; l’anno scorso, la semifinale persa ai rigori contro la Poggibonsese (che ci ha privato della possibilità di giocarci la coppa); da ultimo, la partita persa quest’anno contro il Chiaravalle, valida per l’accesso alle Final Eight di coppa Italia, tutti questi risultati negativi ci hanno insegnato tanto. Dalle sconfitte siamo rinati, più consapevoli degli errori commessi, ma soprattutto delle nostre capacità, con una maggiore voglia di vincere e di dare il tutto per tutto in campo, anche con la giusta cattiveria agonistica. Sicuramente i nuovi innesti, in una rosa già competitiva… hanno aiutato!”

Cosa significa aver vissuto e realizzato il sogno della serie A(2)?

“Significa aver passato dal 24 agosto al 4 giugno… “una vita” (in tutti i sensi), tantissimo tempo sui campi insieme alle ragazze, a soffrire e gioire con loro, insieme. Grazie al gruppo solido creatosi negli anni passati e alle 5 nuove ragazze che sono arrivate a inizio stagione, che si sono subito ambientate senza fatica, abbiamo ampliato e fatto crescere ancora di più la nostra famiglia rosa – nero: una famiglia in campo, nello spogliatoio, e fuori dal campo, con la società, che non ha mai fatto mancare il proprio supporto. Come in tutte le realtà sportive, ci sono stati alcuni problemi e ce ne saranno ancora in futuro; ma ci tengo a fare un plauso particolare alle ragazze per il modo in cui hanno saputo gestire i rapporti all’interno dello spogliatoio, senza litigi o discussioni, in un clima sereno e di piena unione”

Una stagione da record: tre parole per definirla. 

“Un, due, tre… ACHO! Queste le parole che definiscono la nostra serie A(2) … (chi è del C.F. Pelletterie sa cosa significano…). Cos’altro aggiungere? E’ stata una stagione in cui i successi sono arrivati, meritatamente, grazie alla testa, soprattutto delle ragazze in campo e contro ogni pronostico iniziale”.

La finale play off vista da te…

“Due partite simili, quelle dell’andata e del ritorno: abbiamo faticato nel primo tempo ad entrare in partita, poi nel secondo tempo siamo venuti fuori e abbiamo preso il controllo della gara. Al rientro dagli spogliatoi ho visto le ragazze con i volti distesi, come se stessero affrontando la prima partita della stagione, senza alcun segno di fatica e “con gli occhi della tigre”, da cui si ricavava tutta la loro determinazione e concentrazione. Sul 4-1 in gara due, rassicurato dalle parole del Presidente Beniero Fanfani (che mi vedeva ancora teso e preoccupato) ho realizzato, finalmente, che ce l’avevamo fatta, che visto anche il risultato dell’andata la serie A(2) non ce l’avrebbe più tolta nessuno.

Nel ringraziare il Presidente Beniero Fanfani e tutta la società, i tifosi, i ragazzi e le ragazze della scuola calcio, dedichiamo la promozione in serie A(2) ad Ilaria, una nostra appassionatissima tifosa, mamma di una ragazza della scuola calcio femminile, che il 3 giugno 2016 è improvvisamente scomparsa.

Edda Canale